Formazione

L’Area si occupa di:

  • Organizzare percorsi formativi e seminari tematici al fine di fare acquisire conoscenze, competenze, tecniche, capacità necessarie alla gestione della vita nelle associazioni
  • Realizzare percorsi formativi e seminari tematici direttamente collegati alle esigenze delle Organizzazioni di Volontariato
  • Organizzare corsi brevi e seminari destinata in modo gratuito ad OdV, volontari ed aspiranti volontari
  • Organizzare convegni, dibatti e tavole rotonde che abbiano che abbiano come tematica centrale il mondo del Volontariato

Info:

Danila Baldacci
Tel. 0831.515800
formazione@csvbrindisi.it

Buona Pasqua, gli Auguri del presidente Rino Spedicato

Il CSV Poiesis rivolge a volontari ed associazioni gli Auguri per una Serena Pasqua, attraverso il messaggio del presidente Rino Spedicato.

BUONA PASQUA …

Da mezzogiorno alle tre del pomeriggio.
Solo allora è consentita la sosta sul Golgota.
Coraggio !!!

Auguri per una Pasqua di rigenerata speranza ad ognuno di voi, alle vostre famiglie, associazioni, comunità.
Auguri con un magnifico brano di don Tonino Bello, vero inno alla non rassegnazione, allo stupore per la vita, al miracolo della Croce: la sua “collocazione provvisoria”, il suo continuo richiamo a “cieli nuovi e terre nuove” perché le tenebre avvolsero la terra per sole tre ore, dopodiché esplose la gioia del giorno nuovo, la resurrezione di Gesù morto in croce.


Auguri affinché anche le nostre chiusure, paure e pregiudizi che alimentano indifferenza, muri e guerre possano trovare collocazione provvisoria nei nostri cuori e nelle nostre menti.
Auguri affinché il mistero della Pasqua possa donarci la forza di spenderci per i poveri, gli ultimi, la terra, l’ambiente, il mare, il lavoro, i giovani, la pace …


La Pasqua di quest’anno sia per me (in primo luogo) e per tutti voi l’auspicio a tenere sempre a portata di mano “il grembiule” del servizio e “la trivella” degli operatori di pace, il cui compito è quello di portare l’acqua della solidarietà e della cultura di pace in superficie e farla giungere fino agli estremi confini della terra.
Come non volgere un pensiero a questo difficile momento in cui il mondo è minacciato da sanguinosi attentati e dal dramma della fuga dalla guerra e dalla fame. Ed è proprio per questo che gli auguri di Pasqua assumono un significato intenso e profondo, perché l’amore, la solidarietà e la pace sono più forti del male e della stessa morte. Significa che possono trasformare la nostra vita, cambiare il deserto che c’è dentro di noi perché manca oggi la consapevolezza di essere custodi di tutto ciò che Dio ci ha donato e continua a donarci perché solo la pace, la misericordia il rispetto possono far fiorire la terra più arida e ridare vita alle ossa inaridite.
Dobbiamo essere canali attraverso i quali irrigare di pace e amore il prossimo ed il creato.
Auguri di Pasqua al nostro CSV e a tutti coloro che lavorano e si impegnano perché possa divenire sempre di più un autentico compagno di viaggio del volontariato.
Per me, poi, sarà una Pasqua speciale: ancora per pochi giorni sarò Presidente del CSV Poiesis e del Coordinamento Regionale di CSV Net Puglia. Una magnifica esperienza che resterà per sempre nel mio cuore.
In questi anni, ho fatto quello che ho potuto! Spero possano essere accolte le mie scuse per gli errori commessi.
Ringrazio per la collaborazione i soci, i consiglieri, lo staff, il direttore, il collegio dei revisori, le delegazioni, i volontari.
A tutti auguri di ogni bene.

Rino Spedicato
(25/03/2016)

BUONA PASQUA …
CON LE PAROLE DI DON TONINO BELLO

Nel duomo vecchio di Molfetta è riposto un grande crocifisso di terracotta. L’ha donato, qualche anno fa, uno scultore del luogo. Il parroco, in attesa di sistemarlo definitivamente, l’ha addossato alla parete di un locale della sacrestia e vi ha apposto un cartoncino con la scritta “Collocazione provvisoria”. La scritta, che in un primo momento avevo scambiato come intitolazione dell’opera, mi è parsa provvidenzialmente ispirata, al punto che ho pregato il parroco di non rimuovere per nessuna ragione il crocifisso di lì, da quella parete nuda, da quella posizione precaria, con quel cartoncino ingiallito.
Collocazione provvisoria!
Penso che non ci sia formula migliore per definire la croce: la mia, la tua, non solo quella di Cristo. Coraggio, allora, tu che soffri inchiodato su una carrozzella. Animo, tu che provi i rimorsi della solitudine. Abbi fiducia, tu che bevi al calice amaro dell’abbandono. Non imprecare, sorella che ti vedi distruggere giorno dopo giorno dal male che non perdona. Asciugati le lacrime, fratello che sei stato pugnalato alle spalle da coloro che ritenevi tuoi amici. Non tirare i remi in barca, tu che sei stanco di lottare e hai accumulato delusioni a non finire. Non abbatterti, fratello povero che non sei calcolato da nessuno.
Coraggio!
La tua croce, anche se durasse tutta la vita, è sempre “Collocazione provvisoria”. Anche il Vangelo ci invita a considerare la provvisorietà della croce. C’è una frase immensa che riassume la tragedia del creato al momento della morte di Cristo: “Da mezzogiorno alle tre si fece buio su tutta la terra”. Forse è la frase più scura della Bibbia. Per me è una delle più luminose. Da mezzogiorno alle tre del pomeriggio. Solo allora è consentita la sosta sul Golgota! Al di fuori di quell’orario, c’è divieto assoluto di parcheggio. Dopo tre ore, ci sarà la rimozione forzata di tutte le croci. Una permanenza più lunga sarà considerata abusiva anche da Dio. Coraggio allora, fratello che soffri. C’è anche per te una deposizione dalla croce. C’è anche per te una pietà sovrumana.
Ecco già una mano forata che schioda dal legno la tua. Ecco un volto amico, intriso di sangue e coronato di spine, che sfiora con un bacio la tua fronte febbricitante. Ecco un grembo dolcissimo di donna che ti avvolge di tenerezza. Tra quelle braccia materne si svelerà, finalmente, tutto il mistero di un dolore che ora ti sembra assurdo. Coraggio. Mancano pochi istanti alle tre di pomeriggio! Tra poco, il buio cederà posto alla luce, la terra riacquisterà i suoi colori verginali, e il sole della Pasqua irromperà tra le nuvole in fuga. Un abbraccio.

Auguri a ciascuno di voi.
Buona Pasqua!

DON TONINO BELLO